Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:


Sport

Il calcio va in galera

Giovedė sono scattate le manette per corruzione ed evasione fiscale nei confronti del presidente della Dinamo Zagabria, ritenuto l'uomo pių potente nel mondo del pallone

AdminSito
martedė 7 luglio 2015 10:47


Considerato da tutti l'uomo pių influente e temuto nel mondo del pallone croato, il presidente della Dinamo Zagabria (fresca di scudetto) e alto dirigente della Federcalcio nazionale Zdravko Mamic č stato arrestato giovedė mattina assieme al fratello Zoran, allenatore della squadra, nell'ambito di un'indagine per corruzione ed evasione fiscale avviata dall'Uskok, l'agenzia per la lotta al crimine organizzato e la corruzione. I due fratelli - arrestati dalla polizia transfrontaliera al loro ritorno dalla Slovenia, dove si č svolto il ritiro pre-campionato - sono accusati di aver sottratto al fisco croato diversi milioni di euro, ricorrendo anche all'esborso di ricche tangenti per assicurarsi il silenzio di alcuni funzionari dell'Agenzia delle entrate. A interessare l'Uskok č soprattutto il trasferimento di Luka Modric al Tottenham avvenuto nel 2008, grazie al quale i fratelli avrebbero ottenuto "fuoribusta" una somma pari a ben 52 milioni di euro.

Noto per i suoi accessi di collera e per i feroci strali rivolti ai giornalisti, dopo l'arresto Mamic ha ribadito di essere totalmente estraneo alla vicenda ricostruita dagli inquirenti. Non solo: il presidente della Dinamo Zagabria si č scagliato duramente contro il primo ministro croato Zoran Milanovic, "artefice" - a suo dire - di un "complotto" ordito per toglierlo di scena. E il premier ha ribattuto giovedė sera, respingendo "qualsiasi accusa" rivoltagli da Zdravko Mamic e puntualizzando che "gli inquirenti e le forze dell'ordine stanno lavorando con la massima autonomia".
(Fonti: Hina, l'Equipe)

 
Connetti
Utente:

Password: