Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:


Energia

Petrolio nel Mar Nero

La "Shell" olandese firma un accordo da 18 milioni di euro con il governo bulgaro per ricerche di giacimenti che dovrebbero affrancare Sofia dalla dipendenza energetica

AdminSito
mercoledì 2 marzo 2016 07:33


La "Royal Dutch Shell " il 23 febbraio ha firmato un contratto per la prospezione di petrolio e gas nella zona economica del Mar Nero, in acque bulgare, dato che il governo di Sofia spera di diversificare le sue fonti di energia e diminuire la dipendenza dalle importazioni russe.

L'anno scorso, la "Shell "ha vinto la gara per il blocco "1-14 Silistar, che si estende per circa 6900 km quadrati sul fondo del mare della Bulgaria. La società è impegnata a investire 18 milioni di euro nelle esplorazioni, il ministero dell'Energia le ha concesso un bonus di 4,9 milioni. Il permesso di cinque anni potrà essere esteso per due volte, e ciascuna volta per due anni , precisa il ministero.

"Con questo contratto stiamo facendo il passo più importante verso la diversificazione delle fonti di approvvigionamento di gas per i consumatori industriali e domestici," ha detto il ministro dell'Energia, Temenuzhka Petkova.
Fonte:The Sofia Globe

 
Connetti
Utente:

Password: