Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:


Società

Via gli "Aum Shinrikyo"

Il Montenegro espelle 55 cittadini russi e 4giapponesi:avevano affittato un albergo senza personale e sembra siano membri della setta che sparse gas nella metropolitana di Tokio

AdminSito
mercoledì 30 marzo 2016 10:19


Un gruppo di cittadini russi e giapponesi arrestati in Montenegro sarà espulso a partite dalla mezzanotte di lunedi , una volta accertato che i permessi di soggiorno temporanei che permettevano loro di rimanere nel paese per non più di 30 giorni. In un raid congiunto da parte della polizia e della National Security Agency, 55 russi e quattro cittadini giapponesi sono stati arrestati venerdì fra la capitale Podgorica e la vicina città Danilovgrad.

"La detenzione è basata sulle informazioni disponibili alla polizia del Montenegro su un loro possibile coinvolgimento nella criminalità organizzata internazionale", fa sapere il ministero degli Esteri russo in una dichiarazione, anche se tutti sono stati rilasciati dopo l'interrogatorio in attesa dell'espulsione. "Tenuto conto del fatto che il soggiorno degli stranieri in Montenegro non era stato registrato in conformità con le procedure standard, presto saranni espulsi dal Paese", conclude il ministero russo.

Secondo le affermazioni di alcuni media, gli stranieri detenuti sono però membri della setta "Aum Shinrikyo", gruppo giapponese fondato nel 1984 e vietato in un certo numero di paesi in tutto il mondo, che fonda le proprie credenze sulla necesstà di liberarsi ad ogni costo dai cattivo "karma". La setta di "Aum Shinrikyo" ha acquisito notorietà internazionale quando si rese responsabile del mortale attentato alla metropolitana di Tokyo nel 1995, per poi essere ritenuta colpevole anche di un altro più piccolo attacco compiuto l'anno precedente col gas "Sarin".
/
/L'attacco del 1995 provocò 13 morti, e più di 6.000 persone soffrirono gli effetti del gas nervino e vent'anni anni dopo, molti dei sopravvissuti dicono ancora di soffrire di problemi di visione e di affaticamento. I media montenegrini hanno citato alti funzionari di polizia, i quali affermano però che nessuno degli stranieri detenuti ha partecipato all'attacco di Tokyo nel 1995. Durante la loro udienza, sia i rssi che i giapponesi hanno detto che di essere venuti in Montenegro come turisti.

I membri della setta avevano affittato un intero albergo a Danilovgrad per dieci giorni, insistendo perché non ci fosse personale. Dopo l'arresto, gli esperti forensi hanno sequestrato vari dispositivi di controllo, per lo più telefoni cellulari e computer, che erano stati utilizzati dai sospetti. La polizia non hanno ancora rilasciato una dichiarazione ufficiale sugli arresti.
Fonte: Birn

 
Connetti
Utente:

Password: