Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:


Società

La truffa della lotteria

Secondo un consigliere di amministrazione le Lotterie rumene si sarebbero inventate un secondo vincitore per dimezzare un premio da 7,2 miloni di euro, lo scandalo scuote il Paese

AdminSito
venerdì 1 aprile 2016 12:07


Se il vincitore non esiste ( o meglio, quando se ne inventa uno) il primo premio della Lotteria nazionale prende vie misteriose, ed il grande scandalo che ha investito il concorso premi più popolare di Romania sembra essersi svolto proprio così: in ballo c'è un premio di 3,6 milioni di euro che non si capisce bene che fine abbia fatto. Uno degli ex consiglieri della società sostiene questo vincitore non è mai esistito ed è stato inventato in modo che l'impresa pagherebbe solo la metà del suo gran premio. La società respinge fermamente le accuse.

/Il 30 dicembre dello scorso anno, due persone di Gaesti, piccolo centro della regione di Muntenia, avevano vinto entrambe il primo premio al gioco nazionale del lotto: 7,2 milioni di euro da dividere a metà, ed ognuno di loro aveva 90 giorni di tempo per rivendicare la vincita, eppure uno dei due non si è mai presentato,ed il diritto è decaduto il 29 marzo, l'ultimo giorno in cui avrebbe potuto farlo. Da qui il sorgere di alcune domande.

A far esplodere il caso è stato Sorin Constantinescu, ex consigliere della Lotteria rumena , che ad una tv locale ha detto che il secondo vincitore non esiste: "Nessuno potrà mai venire a reclamare il secondo premio, io o detto fin dall'inizio che il secondo vincitore non esisteva e che la persona che ha vinto davvero è stata derubata della metà del premio totale ". Secondo Costantinescu, l'organizzazione delle lotterie si è inventata un secondo vincitore in modo da far rimanere parte del denaro in azienda: "Secondo le normative della lotteria, se il premio non viene ritirato entro 90 giorni, il denaro si trasforma in profitto per l'azienda", spiega.

Le Lotterie rumene hanno fermamente negato simili accuse in un comunicato ufficiale: "Queste informazioni sono false, infondate edanneggiano notevolmente l'immagine della società". Secondo la dichiarazione, ci sono stati veramente due vincitori del gran premio di dicembre, e per quanto possa apparirw insolito tutti e due erano di Gaesti, e si aggiunge che non si può conoscere l'identità dei vincitori fino a quando non vengono a prendere i loro premi."Dobbiamo inoltre ricordare, inoltre, che il possessore del biglietto ha la responsabilità di presentare il biglietto vincente e si sono verificare altre situazioni in cui i premi non sono stati rivendicati",si legge nella dichiarazione.

Il premio più grande finora non reclamato nella storia della Lotteria era di 1,9 milioni di "ron" (circa 426.000 euro) ed era stato vinto il 30 dicembre 2013. Le estrazioni sono trasmesse in diretta, devono essere pubbliche e vengono controllato da rappresentanti del ministero delle Finanze, del ministero dell'Interno, dall'Autorità nazionale per la tutela dei consumatori, dall'Ufficio romeno di metrologia legale e dal ministero dello Sport, puntualizza ancora la dichiarazione, Inoltre, le Lotterie annunciano di aver avviato la procedura per una verifica tecnica dell'intero sistema utilizzato per le estrazioni,e sulla base dei risultati del controllo potrebbe intraprendere azioni legali nei confronti di tutti coloro che hanno fatto e faranno dichiarazioni false e infondate .
Fonte: Romania Insider

 
Connetti
Utente:

Password: