Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:


SocietÓ

Altri 130 bambini spariti

Dopo la demolizione forzata del campo di Calais un'organizzazione umanitaria inglese si avvede che altri piccoli mancano all'appello, in Europa sono giÓ quasi 10 mila

AdminSito
martedý 5 aprile 2016 12:42


Almeno 130 bambini sono scomparsi dal campo migranti di Calais dopo che le autoritÓ hanno demolito le parti dei rifugi di fortuna costruiti il mese scorso: lo denuncia un ente di beneficenza britannico."Siamo profondamente scioccati e molto preoccupati nel segnalare che 129 minori non accompagnati non possono essere ritrovati" , scrive l'organizzione umanitaria sul suo account di Facebook.

La sezione meridionale del campo Ŕ stata rasa al suolo nella prima settimana di marzo, nonostante i migranti alloggiati lý si siano scontrati con la polizia per impedire le demolizioni. Nel Regno unito si infittiscono poi le accuse al governo francese per non riuscire a offrire un ambiente sicuro per i bambini dei migranti non accompagnat dai genitori:"Durante la grande operazione di sfratto dei migranti non Ŕ stata fornita alcuna sistemazione alternativa per i minori non accompagnati , nÚ alcuna valutazione Ŕ stata fatta dalle autoritÓ francesi circa i loro bisogni ed i sistemi messi in atto per monitorarli e fornire loro salvaguardia. Non esiste un sistema di registrazione ufficiale per i bambini a Calais o Dunkerque ", denuncia la Ong, che definendo "non accettabili" questi metodi sollecitando una migliore cura per crca 300 minori non accompagnati che vivono ancora in altre parti della giungla. L'etÓ media dei minori nel campo Ŕ 14.2 anni mentre il pi¨ giovane minore non accompagnato ne ha appena 8.

"Chiediamo alle autoritÓ francesi di mettere immediatamente in atto sistemi per registrare e salvaguardare i bambini: dato che l' Interpol ha giÓ segnalato pi¨ di 10.000 piccoli profughi scomparsi in Europa, dobbiamo fare tutto il possibile per impedire che i bambini di Calais e Dunkerque si aggiungano a questi numeri". Il censimento condotto dalla ONG ha rivelato che un totale di 4.432 adulti e 514 bambini, di cui 294 minori non accompagnati, vivono ancora a Calais ed al di lÓ di questi numeri 1.000 adulti vivono in contenitori collocati lý dal governo p, mentre 3.376 abitanti occupano tende e rifugi.

L'ONG dice di aver comunicato questi numeri sui minori senza tutela all'incaricata del Regno Unito , Anne Longfield ed alla sua omologa francese GenŔvieve Avenard, nella speranza che possano invertire la situazione.Il mese scorso, l' "Independent" ha riferito dello stupro di sette adolescenti di etÓ compresa tra 14 e 16 che sono stati violentsti nella "Jungla" di Calais solo negli ultimi sei mesi. Gli operatori umanitari che parlano con la pubblicazione detto che quattro delle vittime hanno avuto bisogno di interventi chirugici di emergenza.
Fonte: Agenzie

á
Connetti
Utente:

Password: