Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
 
Connetti
Utente:

Password:



Economia

Diritto nei Balcani

Commissione europea e Consiglio d'Europa investono 25 milioni di euro in un progetto che si propone di affermare lo Stato di diritto in una serie di Paesi in via di transizione

AdminSito
giovedì 21 aprile 2016 00:03


La Commissione europea e il Consiglio d'Europa ha annunciato oggi il lancio di un'iniziativa congiunta con i partner nei Balcani occidentali e la Turchia per contribuire a superare le sfide nel settore dello Stato di diritto e dei diritti umani.Come affermato in un comunicato congiunto del commissario per la politica europea di vicinato l' allargamento, Johannes Hahn ed in segretario generale del Consiglio d'Europa ,Thorbjorn Jagland, l'iniziativa sosterrà la riforma giudiziaria, la lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, la protezione dei gruppi i cui diritti sono messi in pericolo e la promozione di politiche per combattere la discriminazione.

"Si tratta di questioni di cruciale importanza per i cittadini, ma sono anche elementi cruciali del rispetto dei criteri europei", si legge nella dichiarazione Hahn e Jagland, che si sono incontrati a Bruxelles, in occasione della messa a punto dello strumento di intervento. La Commissione europea fornirà venti milioni di euro, e il Consiglio d'Europa cinque,per il sostegno dell'iniziativa per un periodo di tre anni. L'iniziativa sarà di aiuto per lavorare sul raggiungimento degli obiettivi adottando le seguenti misure: rafforzamento della capacità organizzativa e di lotta al sistema criminale, miglioramento del quadro per il finanziamento dei partiti politici e sviluppo organizzativo dei tribunali, così come il supporto alle autorità.

Le misure comprenderanno la revisione della legislazione e delle politiche per conformarle alle nuove norme internazionali in materia di lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, nascita di un sistema di raccolta delle informazioni relative l'intolleranza e alla discriminazione nonché la costituzione di gruppi di lavoro interministeriali che si occuperanno dei problemi della comunità LGBT, aggiunge la dichiarazione . Inoltre, come è sottolineato, gli utenti potranno su richiesta acquisire le competenze del Consiglio d'Europa per analizzare la legislazione e chiedere consigli su politiche.
Fonte: Tanjug